Advertiser Community Summit 2016 – Dublino

Il 25 e il 26 maggio si è tenuto l’Advertiser Community Summit presso la sede di Google a Dublino, al quale hanno partecipato i Top Contributor di tutto il mondo per scoprire le novità dei prodotti Google.
In Italia sono 5 i Top Contributor di Google Adwords, 4 dei quali autori della collana di Digital Marketing.

Sono state approfondite alcune novità presentate il 24 maggio durante il Google Performance Summit.

Si è discusso molto dell’incidenza della crescita della navigazione da dispositivi mobili.
Più del 50% delle ricerche avviene da smartphone e tablet.
Google cerca quindi di adattarsi a questo trend migliorando la user exprerience dell’utente che naviga da mobile.
Questo processo è iniziato tempo fa con il “mobilegeddon” (o se preferite “mobile madness”), con il quale venivano prediletti siti mobile friendly, poi con la scomparsa della colonna di destra, per migliorare l’esperienza della ricerca e uniformarla sui vari dispositivi.

AdWords verrà ulteriormente incontro a questa tendenza:
aggiustamento dell’offerta.
Una gioia per gli inserzionisti, sarà finalmente possibile aggiustare l’offerta (del CPC Max) per tutti i dispositivi, aumentando o diminuendo sia che si tratti di desktop, tablet o mobile.

annunci più lunghi

Gli annunci di testo avranno più caratteri, consentendo quindi di mostrare più informazioni prima del clic.
Un vantaggio per tutti: per l’utente che potrà “saperene di più” fin da subito e per gli inserzionisti ai quali i caratteri di un annuncio sembrano non bastare mai!

Quanto potremo scrivere in più nei nuovi “annunci di testo estesi”?
Passiamo da un titolo di 25 caratteri a due righe di 30 caratteri come titolo.
Ci sarà una sola riga di descrizione da 80 caratteri e non più due da 35.
Questa nuova impostazione migliorerà la user experience su ogni tipo di schermo, soprattutto su dispositivi mobili; quando l’utente si sposta e magari ha poco tempo a disposizione, maggiori informazioni possono tornare utili.
Si stima un 20% in più di clic rispetto agli annunci attuali (fonte http://adwords-it.blogspot.it)

Un altro dato interessante è che quasi un terzo di tutte le ricerche effettuate da dispositivi mobili, sono legate alla località (fonte http://adwords-it.blogspot.it)
Ciò dimostra che il business online e offline non sono due fattori distinti, anzi si abbracciano! Infatti molta attenzione cade su Google My Business, uno strumento gratuito per le attività locali che permette di mostrare sul web i propri recapiti, come numero di telefono, orari di apertura e indirizzo.

Collegando Google My Business ad AdWords verranno importati direttamente i dati riguardanti il negozio, come estensioni. Sarà quindi possibile vedere gli orari di apertura, il numero di telefono e l’indirizzo, richiedendo anche informazioni stradali aprendo l’app di Google Maps.

Ci sono anche molte altre novità. Sono in fase di sperimentazione molti formati degli annunci su Google Maps per portare l’utente in negozio.

News anche per la Rete Display, il mobile offre molti spazi, ma non sempre gli inserzionisti hanno la possibilità di creare annunci ad hoc.
Per questo ci saranno nuovi annunci nativi, che si adattano cioè, ai contenuti che l’utente sta consultando.

Infine ci sarà anche una nuova interfaccia per Google AdWords, con grafici e colori che la rendono molto intuitiva.
Sarà disponibile tra la fine del 2016 e l’inizio del 2017.

Tantissime novità, non ci resta che testarle!

Lascia un commento