Perché non partono le Estensioni di Recensione

In realtà non c’è molto da dire sull’argomento, ma spulciando tra i vari delusi dalle estensioni di recensione, questa funzione di AdWords, diventa un vero e proprio tormento per gli inserzionisti.
Leggiamo dalla guida ufficiale, cosa viene detto su questa estensione annuncio:

Un’estensione di recensione deve essere una recensione di terze parti precisa, attuale, credibile e non duplicata dell’attività dell’inserzionista. Come per le altre parti del testo dell’annuncio, le estensioni di recensione devono rispettare tutte le norme AdWords e sono anch’esse soggette agli ulteriori requisiti descritti di seguito.

L’alveare nelle Estensioni di recensione

Sappiamo che le estensioni annuncio (e quindi le estensioni di recensione) sono uno strumento davvero formidabile. I motivi sono sinteticamente due:

  • lo spazio che occupa l’annuncio è maggiore di uno senza estensioni;
  • si possono dare maggiori informazioni rispetto ai tradizionali 25+35+35.

Diciamo che c’è anche il terzo punto classico (e poco conosciuto): ha parità di punteggio di qualità, chi ha le estensioni, vince!

Detto questo, solitamente si usano le estensioni – come scritto sopra – per dare informazioni e sono quindi una sorta di riga/righe aggiuntive con le quali vogliamo trasmettere completezza. L’errore è proprio qui. Nella scelta delle recensioni siamo portati a usare ciò che ci piace, scegliendo nel mucchio, ma nascondeno o facendo finta, che esistono anche recensioni negative. Siamo quindi per esempio portati (nel turistico ricettivo per fare un esempio), a inserire link su TripAdvisor, citando con orgoglio utenti che ci danno il massimo dei voti. Ma attenzione! Queste recensioni sono insieme ad altre che invece potrebbero essere meno brillanti, o addirittura assolutamente negative!

Proprio per questo, la normativa prevede che l’inerzionista debba inserire un testo prelevato per esempio da un sito o da un blog (per fare esempi), che recensiscano univocamente il nostro servizio o prodotto. Un blog di cucina che parla bene delle nostre pentole (ma non un commento nel blog). Un portale di viaggi che dice quanto è bello il panorama dalla scogliera e via dicendo. Non quindi una recensione presa dal mucchio, non la singola cella di un alveare, ma se vogliamo, l’alveare intero!

The following two tabs change content below.
Andrea Testa

Andrea Testa

CEO & Founder a Blubit srl
Lavoro nel web dal 1993, contribuendo a realizzare più di 1300 siti web. Insegno "internet" dal 1996 e mi occupo di keyword advertising praticamente da sempre, partendo dalle piattaforme di PPC prima con Ouverture e poi con AdWords. Individual Qualified partner di Google AdWords dal 2007, Certified Partner dal 2010, Top Contributor di AdWords dal 2010. Sono docente nei Master IULM in comunicazione e marketing dal 2011 e dal 2012 docente di Web Marketing e Search Engine Marketing nel Corso di Laurea Magistrale in Marketing, consumi e comunicazione, indirizzo Digital Marketing. Dal 2000 sono amministratore della Blubit srl, specializzata nella consulenza in SEM e SMM. Autore di Fare Business col Digital Marketing

Lascia un commento