AdWords e il Target per Regione

Dobbiamo radicalmente cambiare approccio alle impostazioni di località. E’ inutile, assaliti dalla pigrizia, dimentichiamo spesso che in ogni regione si pensa in modo diverso. Scorrendo la penisola troviamo abitudini diverse, dettate da condizioni economiche diverse, abitudini alimentari anche. Passiamo dalla pianura, ai laghi, ai mari con una serie importante di montagne. Abbiamo cognomi diversi e viviamo in città con densità di popolazione assolutamente strampalate.
Basta pensare che la maggior parte delle città ha all’incirca 80.000 abitanti, con sole due città definibili come “grandi”… di cui una si sviluppa in altezza (Milano) e l’altra invece in larghezza (Roma).

Quando si attiva una campagna su AdWords, quindi, è forse riduttivo pensare che il nostro target geografico è l’Italia. E’ quindi importante iniziare a pensare che nel nostro target geografico di riferimento, bisognerà inserire ognuna delle 20 regioni che compongono la penisola (e le isole).

Una volta impostate le regioni, un grande vantaggio sarà quello di vedere come queste si comportano in termini di metriche; ma per capire ancora meglio come performano, voglio oggi suggerirvi un metodo infallibile per tracciarne il comportamento.
Esportate i dati per caricarli su un foglio di calcolo (nel mio esempio userò Drive).
Una volta inseriti, selezionate le colonne e cliccatevi col pulsante destro del mouse. A questo punto selezionate “Formattazione condizionale” con scala di colore.
Usate la misurazione percentile e impostate un colore rosso quando è negativa, verde quando è positiva e paglierino quando è neutra.
Attenzione a utilizzare il verde e il rosso non per i numeri più alti, ma per i numeri migliori. Quindi per esempio, un CPC alto, sarà rosso, ma un tasso di conversione alto, sarà invece verde.

Il risultato che otterrete sarà molto simile a quello qua sotto.

Mappa di Calore per Regioni

Questa mappa di calore è davvero molto utile.
Per ridurla ai minimi termini, guardate per esempio la Liguria. Sta facendo molti clic, ma se ci spostiamo a destra, vedremo che ha un pessimo costo per conversione e un altrettanto brutto tasso di conversione. Opportunità mancate invece per la Campania, che pur essendo negativa in termini di clic, ha ottime performance di conversione.
Questa mappa fa aprire gli occhi. Sarà forse il caso di dare più spazio (in questa campagna) alla Campania?

E tutto questo è possibile abbattendo un po’ di pigrizia… avessimo tenuto il target generico “Italia”, questi dati sarebbero stati praticamente invisibili!

The following two tabs change content below.
Andrea Testa

Andrea Testa

CEO & Founder a Blubit srl
Lavoro nel web dal 1993, contribuendo a realizzare più di 1300 siti web. Insegno "internet" dal 1996 e mi occupo di keyword advertising praticamente da sempre, partendo dalle piattaforme di PPC prima con Ouverture e poi con AdWords. Individual Qualified partner di Google AdWords dal 2007, Certified Partner dal 2010, Top Contributor di AdWords dal 2010. Sono docente nei Master IULM in comunicazione e marketing dal 2011 e dal 2012 docente di Web Marketing e Search Engine Marketing nel Corso di Laurea Magistrale in Marketing, consumi e comunicazione, indirizzo Digital Marketing. Dal 2000 sono amministratore della Blubit srl, specializzata nella consulenza in SEM e SMM. Autore di Fare Business col Digital Marketing

Lascia un commento